FINANZIARIA 2022 – LA BOZZA

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il testo della Legge Finanziaria 2022.

Di seguito vi forniamo un breve riassunto dei provvedimenti più significativi presenti in bozza:

Proroga Interventi Edilizi/Energetici:

 E’ prevista la conferma, fino al 31.12.2024, delle detrazioni “ordinarie” per le spese relative agli interventi di recupero del patrimonio edilizio, compreso il c.d. “sisma bonus“, e di riqualificazione energetica nonché per quelle di sistemazione a verde (c.d. “bonus verde“).

Con riferimento alle altre detrazioni, il relativo riconoscimento è prorogato con alcune modifiche. In particolare per le spese rientranti nel:

  • c.d. “bonus facciate”, la detrazione è ridotta dal 90% al 60%;
  • c.d. “bonus mobili”, la spesa massima agevolabile nel 2022 è ridotta a € 5.000;
  • c.d. “superbonus”, la detrazione del 110% è riconosciuta con termini e condizioni differenziati in base al soggetto che sostiene la spesa e all’edificio oggetto degli interventi.

Va inoltre evidenziata la proroga al 2024 della possibilità di optare per la cessione del credito / sconto in fattura per gli stessi interventi per i quali tale possibilità è già prevista nel 2021.

Credito d’imposta investimenti beni strumentali/Ricerca e Sviluppo

BENI “INDUSTRIA 4.0” (Tabelle A e B, Legge n. 232/2016 Finanziaria 2017)

I crediti d’imposta per gli investimenti in beni “Industria 4.0” sono ora riconosciuti per gli investimenti effettuati dal 16.11.2020:

  • fino al 31.12.2025;

ovvero

  • fino al 30.6.2026 a condizione che entro il 31.12.2025 sia accettato l’ordine e siano versati acconti pari almeno al 20% del costo di acquisizione.

Sostegno liquidità delle imprese

A seguito della modifica apportata al comma 2 del citato art. 1, ora è previsto che per i finanziamenti di durata non superiore a 6 anni o del maggior termine di 10 anni, le garanzie sono rilasciate entro il 30.6.2022 (in precedenza 31.12.2021), con la possibilità per le imprese di avvalersi di un preammortamento fino a 36 mesi.

Su richiesta, i finanziamenti già garantiti da SACE spa (aventi una durata non superiore a 6 anni) possono essere:

  • estesi fino ad una durata massima di 10 anni;
  • sostituiti con nuovi finanziamenti aventi una durata fino a 10 anni.

Agevolazione “Prima Casa” under 36 

Sono prorogate dal 30.6 al 31.12.2022 le agevolazioni per favorire l’autonomia abitativa dei “giovani” per l’acquisto della “prima casa” di cui all’art. 64, commi da 6 a 11, DL n. 73/2021, c.d. “Decreto Sostegni-bis”  In particolare per gli:

  • atti traslativi a titolo oneroso della proprietà di “prime case” (tranne quelle di categoria catastale A/1, A/8 e A/9)
  • atti traslativi o costitutivi della nuda proprietà / usufrutto / uso e abitazione relativi alle stesse;

stipulati nel periodo 26.5.2021  31.12.2022 (in precedenza 30.6.2022), è previsto l’esonero dal pagamento:

  • dell’imposta di registro;
  • delle imposte ipotecaria e catastale;

a favore degli under 36 con un valore ISEE non superiore a € 40.000 annui.

Bonus affitto under 31

A favore dei “giovani” che stipulano contratti di locazione di immobili ad uso abitativo, c.d. bonus affitti giovani.

In particolare, possono beneficiare del bonus:

  • i giovani di età compresa fra i 20 e i 31 anni non compiuti;
  • con un reddito complessivo non superiore a € 15.493,71;
  • che stipulano un contratto di locazione ai sensi della Legge n. 431/98:
    • per l’intera unità immobiliare / porzione di essa;
    • da destinare a propria residenza.

In particolare, possono beneficiare del bonus:

  • i giovani di età compresa fra i 20 e i 31 anni non compiuti;
  • con un reddito complessivo non superiore a € 15.493,71;
  • che stipulano un contratto di locazione ai sensi della Legge n. 431/98:
    • per l’intera unità immobiliare / porzione di essa;
    • da destinare a propria residenza.

 

Vuoi maggiori informazioni? Contatta il nostro Studio Commercialista Milano S&T al numero 02 36 525 293 oppure scrivi una mail a info@essetistudio.com.